Seguici su...

Find Festival dell'ambiente on Facebook

MoBLArte torna al Festival con “FacciAmo Rete”

Tu sei qui

moblarte

In occasione della prossima edizione del Festival dell’Ambiente di Bergamo, in programma dal 17 al 19 maggio 2019, l’Associazione di Promozione Sociale moBLARTE parteciperà con l’iniziativa “facciAmo Rete”, una proposta dedicata a bambini e adulti per contrastare insieme l' allarme dei cambiamenti climatici.

Il Festival dell’ Ambiente e le sue iniziative sono un’opportunità per riflettere sul tema della sostenibilità, di ciò che è sostenibile e rispettoso per il pianeta e dunque anche per le nostre vite, un’ opportunità per interrogare le scelte che facciamo quotidianamente e per conoscere quelle che potremmo fare con più coscienza e consapevolezza. 

Quest’ anno moBLArte, raccordandosi a questa riflessione, vuole giocare in squadra per promuovere soluzioni per l'ambiente tessendo tutti insieme una grande rete che rappresenti la forza che ognuno di noi può scegliere di avere nel collettivo, una rete per testimoniare una metafora: la somma è maggiore delle parti.

La nostra rete è un oggetto concreto, tessuto attraverso un grande telaio circolare, un oggetto che ci darà la possibilità di fare una pesca nel pianeta Terra per dimostrare che quando uniamo gli intenti, tutto diventa possibile.

Possiamo ancora attingere alle risorse di Madre Terra? 

Possiamo ancora gettare le reti per raccogliere abbondanza?

Cosa peschiamo?

Peschiamo per ripulire terre e mari dalla plastica, dal petrolio, dagli inquinanti?

In particolare, l’iniziatvia si terrà sul Sentierone domenica 19 maggio 2019, dalle 10 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 18.30. MoBLArte, in quanto atelier di arte mobile, con finalità di inclusione, integrazione, intergenerazionalità  per l’ evoluzione olistica personale, si muove attivando più linguaggi di intervento, facendo riferimento alla teoria delle nuove intelligenze di Gardner, (ovvero quella linguistica, logico matematica, spaziale, corporeo-cinestetica, musicale, interpersonale, intrapersonale, naturalistica ed esistenziale) così da rispettare i canali di comunicazione, apprendimento, motivazione e relazione di ogni bambino.

Dunque per questo tutti sono i benvenuti, in particolare bambini e bambine dai 4 anni in poi e adulti.